GreenPeace, 2000 croci al Circo Massimo per non dimenticare Chernobyl

Un’immagine vale più di mille parole. Questa è una campagna di comunicazione non convenzionale ideata da GreenPeace, in occasione del 25° anniversario del disastro nucleare di Chernobyl. Per un giorno il Circo Massimo (Roma) è diventato un enorme cimitero, con 2.000 croci gialle e nere, per sensibilizzare sui rischi che comporta il nucleare. Ognuna delle croci riportava l’epitaffio “Qui giace il nucleare italiano, morto il 13 giugno 2011, in cabina elettorale”. Un tema molto d’attualità in questo periodo, anche se probabilmente non sarà più necessario un referendum per scongiurarne il rischio. Almeno per il momento.

Sul nuovo sito Generazione Cernobyl, vengono raccolte testimonianze e ricordi di uno dei più grandi disastri della storia umana, per impedire che cada nel dimenticatoio.
Queste croci ricordano simbolicamente le vittime di Chernobyl” – ha dichiarato Salvatore Barbera, responsabile della campagna, al direttore di Bloguerrilla – “ciò che abbiamo imparato dall’incidente è che l’energia nucleare è troppo pericolosa per avere un futuro. Una lezione che molti governi, compreso il nostro, si ostinano a ignorare.
Una campagna simbolica per non dimenticare.

Ecco il video dell’azione al Circo Massimo:


Fonte: Bloguerrilla

Questa voce è stata pubblicata in Unconventional Marketing e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...