La placca nascosta in aeroporto

Il nastro trasportatore che troviamo negli aeroporti è forse uno dei mezzi più usati – e più usabili – per azioni di guerrilla marketing. Tra le molte campagne ambient di questo genere, vi ricordate quella di Virgin Atlantic, che mise delle uova insieme ai bagagli che solitamente troviamo sui nastri?
Ora è il turno di Oral-B, brand del gruppo Procter & Gamble, che per pubblicizzare i suoi spazzolini elettrici ha avuto un’idea davvero ingegnosa.

Sfruttando la conformazione a scomparti snodabili del nastro trasportatore, ha mostrato a tutti i viaggiatori nell’aeroporto di Tokyo, in Giappone, come la placca sia spesso ben nascosta tra dente e dente e non visibile a un occhio poco attento, oltre che difficilmente rimuovibile da un tradizionale spazzolino. Tanti denti disegnati sopra ognuno dei tasselli che compongono il nastro, che nei rettilinei sembravano perfettamente puliti, ma che nelle curve mostravano invece la placca nascosta.

Un’idea creativa ed ingegnosa, oltre che decisamente focused sul messaggio.

Fonte: Buzzilla Blog

Questa voce è stata pubblicata in Unconventional Marketing e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...