Street art per la Polizia di Stato neozelandese

La street art è sempre stata oggetto di discussioni e controversie, poichè è un tipo di arte e di comunicazione che rasenta il confine – e talvolta lo supera – tra legale e illegale.
In Nuova Zelanda, però, è addirittura la Polizia di Stato a utilizzarla per reclutare nuovi aspiranti poliziotti.

Dei graffiti rappresentano, in maniera drammatica e molto espressiva, scene di quotidianità per un poliziotto: l’inseguimento di un ladro, il salvataggio di un adolescente, la protezione dei bambini dagli abusi.

Una significativa virata verso la comunicazione unconventional da parte di un’istituzione statale. Sicuramente fuori dal comune.

Fonte: Buzzilla

Questa voce è stata pubblicata in Unconventional Marketing e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...