Cookous ci dà il benvenuto nell’esperienza del Social Eating

La dimensione social oramai coinvolge molti campi, tra i quali decisamente uno dei più ricchi e stimolanti è la cucina.

Qualche tempo fa abbiamo visto insieme la sfida di Foodspotting, una sorta di versione culinaria di Foursquare. Stavolta si parla di social eating con Cookous.

Fondamentalmente Cookous divide i suoi utenti in due tipologie: cuochi e clienti. Difatti l’utente può decidere se condividere la sua abilità culinaria e la sua tavola con qualcuno oppure cercare un posto dove mangiare piatti veramente genuini e, perchè no, socializzare e fare amicizia con nuove persone. Questa è la nuova frontiera del social eating: persone unite dal gusto della buona cucina fatta in casa, che ci rimanda ai tempi andati delle grandi tavolate, quando pranzi e cene erano veri e propri riti ai quali chiunque era il benvenuto, e il totale rigetto dell’idea di mangiare da soli. Non solo per chi è del posto, ma anche per turisti o visitatori alla prese con la difficile ricerca di un buon posto dove mangiare in un luogo ad essi sconosciuto.

Cookous è anche un market place, poichè on-line si concorda e si effettua il pagamento tra chi offre il servizio e chi lo vuole ricevere, e a fine esperienza si lascia un feedback – positivo o negativo – che guiderà gli altri utenti nelle future scelte e che garantisce la qualità del servizio grazie al caro vecchio passaparola.
Non ci resta che provare il social eating di Cookous.

Questa voce è stata pubblicata in Social Media & Web 2.0 e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Cookous ci dà il benvenuto nell’esperienza del Social Eating

  1. Gian Luca ha detto:

    Buongiorno Fabrizio,
    ho letto il tuo articolo su Cookous, molto interessante!
    Ti scrivo per segnalarti che anche io sto sviluppando un Social Network in ambito Social Eating nato…….così……

    Quando si dice……….che due persone hanno la stessa idea……nello stesso momento………in due posti diversi……..ti spiego e non lo dico a caso, infatti quando stavo e sto preparando il mio Social ero sicuro che fosse il primo e ho deciso di tenerlo nel casseto fino al rilascio della versione beta…..volevo iscriverlo a Wind Businnes Factor, ma vi ho iscritto un altro progetto…..poi quando ho visto Cookous……ho detto…..vacca miseria! Siamo in due, ed infatti ho subito controllato chi avesse registrato prima il domio e lo abbiamo fatto a distanza di poche settimane…….;)…….quindi fra poco ti linkerò anche il mio social che, visto il video di presentazione di Cookous ha avuto la stessa genesi, cioè una riflesione su airbnb.
    Il Social doveva essere lanciato in febbraio come vedrai da cronologia dell’account twitter ma abbiamo dovuto risolvere alcune problematiche legali che ne hanno ritardado l’apertuta.
    Vorrei quindi sapere se sei interessato a scrivere un articolo anche su CookHunter.
    Grazie
    Gian Luca

    • faberdep ha detto:

      Ciao Gianluca.
      Sono curioso di saperne di più sul tuo social, non importa se Cookous ti ha battuto sul tempo.
      Scrivimi in privato (faber_dep@hotmail.com) e parliamone.
      Ciao.

      Fabrizio

  2. Gian Luca ha detto:

    ok, ti aggiorno a breve grazie😉

  3. Pingback: CookHunter, il social eating che avanza |

  4. Pingback: Cloo, quando la toilette diventa social |

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...