Tesco porta i suoi stores nella metropolitana

Tesco è una delle più famose catene di supermercati del mondo. Di nazionalità anglo-sassone, opera in diversi Paesi, tra cui la Corea del Sud, nel quale però è secondo ad un agguerrito e ben più numeroso – in termini di store – competitor: E-mart.

Il problema per Tesco era dunque il seguente: come diventare il numero 1 sul mercato sudcoreano senza aumentare il numero di store?

Per essere il numero 1 in un mercato bisogna conoscere e sfruttare a proprio vantaggio le peculiarità di chi lo compone. Una delle caratteristiche principali del popolo sudcoreano è la sua straordinaria laboriosità, che lo porta ad essere secondo nel mondo in questa speciale classifica. Ma quello della Corea del Sud è anche un mercato molto difficile da conquistare, lo sanno bene due giganti della grande distribuzione come Carrefour e Wal-Mart, che hanno dovuto alzare bandiera bianca e fare le valigie. Tesco invece ha saputo adattarsi e reinventarsi – cambiando persino il suo nome in Homeplus – per arrivare ad essere il numero 2 del mercato.

Per un target così impegnato e iperattivo, ma proprio per questo stanco a fine giornata, come quello sudcoreano, anche andare a fare la spesa una volta a settimana può rappresentare una vera tragedia. E se non si ha una distribuzione capillare di punti vendita come E-mart, è davvero difficile fare presa su di esso.

Ed ecco l’idea: perchè non puntare sulla comodità di avere un supermercato nel luogo più frequentato – ufficio a parte – da questi indefessi lavoratori, ovvero la metropolitana?
Ovviamente non punti vendita reali, bensì virtuali. Sui display della metropolitata sono stati affissi dei cartelloni, sui quali vengono riprodotti esattamente gli scaffali e i prodotti del supermercato Tesco Homeplus, con tanto di prezzo. E grazie a dei QR Code assegnati a ciascun prodotto, tramite il proprio smartphone chiunque può riempire un carrello virtuale online e farsi consegnare la spesa a domicilio pochi minuti dopo essere tornato a casa. Una bella comodità.

Una campagna, e soprattutto una strategia, che ha dato i suoi frutti: in termini di visibilità, poichè ora le persone incontrano Tesco Homeplus ovunque; in termini di vendite, aumentate online del 130%; in termini di clientela acquisita, con un aumento delle registrazioni del 76% e più di 10.000 visite nell’online store. Ma soprattutto, Tesco Homeplus ora è il numero 1 incontrastato del mercato online sudcoreano e ha quasi raggiunto il principale competitor anche nel mercato offline.

Fonte: I Believe in Advertising

Questa voce è stata pubblicata in Hi-tech, Unconventional Marketing e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Tesco porta i suoi stores nella metropolitana

  1. Pingback: Supermercati virtuali, a Praga si fa la spesa con l'iPhone | food4brain - idee, trends e innovazioni

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...