Un flashmob “angelico” a 30mila piedi d’altezza

Eccomi qua, dopo le “vacanze” pasquali. Più stressato di prima, ma comunque desideroso di condividere con voi alcuni dei tanti esempi di creatività e innovazione che ci circondano.

Oggi cominciamo con una cosa insolita. Avete mai sentito parlare di “plane-mob”? Niente di strano, almeno nella sostanza: è un flashmob. Solamente cambia la location, e soprattutto l’altezza a cui si svolge. Perchè è un flashmob su un aeroplano ed il primo plane-mob italiano si è svolto il 19 aprile scorso, su una delle tratte più frequentate: la Roma-Milano.

Certo, l’abbiglamento dei 15 protagonisti – tutti vestiti di bianco – poteva incuriosire, ma nessuno su quel volo si sarebbe mai aspettato, nel bel mezzo del tragitto – e magari di un pisolino, da come si vede all’inizio del video – di sentirli all’improvviso cantare a cappella tutti quanti insieme, come una sola splendida voce.
Da “Mercy” di Duffy a “Sweet Dreams” di Annie Lennox, a “Like a Prayer” di Madonna fino a “Somebody to love” dei Queen. Per concludere con la strofa conclusiva di “Angels” di Robbie Williams. Appropriata chiusura dello spettacolo, visto che proprio di “angeli” si tratta.
Tanto è vero che negli ultimi secondi del filmato, che sta già diventando un fenomeno virale, compare un logo con delle ali d’angelo e una scritta – “Paradiso” – che richiamano a temi sicuramente angelici.
Come ogni flashmob riuscito, ha provocato negli astanti prima smarrimento e incredulità – magari potevano pensare ad una iniziativa della compagnia aerea – poi un deciso apprezzamento, dovuto alla bravura dei 15 “angeli”.

Ma parliamo della campagna. Perchè di campagna si tratta, anche se ancora non se ne sa molto, visto che il filmato sembra un teaser di qualcosa.
Di certo si sa che è stata organizzata dall’agenzia di comunicazione Spencer & Lewis e che il video sta creando un buzz straordinario, sia sul web che sui media tradizionali. C’è chi lo collega a un precedente video viral che gira per la Rete, in cui il colore bianco e le ali compaiono in molti punti. Il primo video recitava la frase: “Stanno tornando”. Quello del plane-mob invece: “Sono arrivati”. C’è anche chi ipotizza una campagna pubblicitaria di un’acqua minerale, ma ancora nessuna certezza a riguardo.

Ad ogni modo, questo è solo il principio, poiché è online un sito di reclutamento angeli (http://www.begood-people.com/), dove è possibile iscriversi al flashmob finale – secondo rumors potrebbe avere luogo il 21 maggio a Castel S.Angelo (Roma), ma ancora non si sa di cosa si tratti in particolare – e poter così diventare a tutti gli effetti uno degli “angeli”.
Quale sarà il prossimo step di questa campagna di comunicazione virale? E quale il messaggio che ci porteranno questi angeli canterini? Credo che lo sapremo presto. Stay tuned!


Fonte: Spencer & Lewis

Questa voce è stata pubblicata in Unconventional Marketing e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...