Tabula, il primo Tablet di PosteMobile

La “guerra” dei tablet coinvolge anche i brand di casa nostra. Persino chi non ti aspetteresti mai.
Succede così che PosteMobile – operatore virtuale del Gruppo Poste Italiane – lanci sul mercato il suo primo tablet, in collaborazione con i partner cinesi di Zte: il PM1152 Tabula. Questo dunque si aggiunge alla linea di telefoni cellulari e smartphone presenti nel catalogo di questo binomio italo-cinese.
Difficile – se non impossibile – che possa impensierire i big del settore, però potrebbe ritagliarsi la sua (piccola) fetta di mercato grazie alle sue caratteristiche.

Veniamo ai plus di questo prodotto. Il primo è sicuramente il peso: con un peso di 403 grammi, il Tabula e’ un vero peso piuma tra i tablet ed e’ sicuramente comodo da portare ovunque. Altra positività importante è rappresentata dall’offerta al quale è associato: chi attiva, contestualmente all’acquisto del dispositivo ed entro il prossimo 15 ottobre, una Sim Poste Mobile ha 1 Gb al mese di navigazione gratuita per un anno. Questo, unito al prezzo (349€) che posiziona il prodotto in una fascia di mercato più bassa rispetto ai colossi Apple o Samsung, potrebbe essere una carta vincente per tutti gli “indecisi” sull’utilità e sulla convenienza dell’acquisto di un tablet.

Il Tabula offre inoltre connettività Wi-Fi e utilizza il sistema operativo Android 2.1, per permettere all’utente di scaricare una ricca gamma di applicazioni business e un facile accesso a migliaia di applicazioni e servizi a valore aggiunto di terze parti: supporta Google Services, la configurazione di account Multi Email, applicazioni widget e funzionalità di lettura e modifica di documenti online.
Il tablet di Poste Mobile dà anche all’utente la possibilità di telefonare come un normale cellulare grazie all’Umts, opzione che – se si esclude il VoIP, sbloccato per alcuni recenti modelli – è stata messa da parte dalla maggior parte dei produttori di tablet. Lo schermo touchscreen da soli 7 pollici lo rende un ibrido fra tablet e smartphone, esattamente come il primo Galaxy, la sua fotocamera posteriore è da 3 Megapixel e la batteria promette 20 ore di conversazione continuativa.
Infine, per chi ha un conto corrente BancoPosta o una PostePay, c’è la possibilità di gestire in mobilità operazioni e transazioni, grazie al collegamentto al PosteMobile Store.

L’obiettivo del gruppo è creare un circuito di Sim – ce ne sono già 1 milione e 690 mila attive – conti e dispositivi che metta il cliente in condizione di soddisfare il maggior numero possibile di esigenze, livellate con le richieste del mercato, senza doversi rivolgere altrove.
Rosario Moscato, direttore della divisione mobile devices di Zte in Italia, ha inoltre dichiarato che “facendo eco all’anno da poco concluso, il 2011 si preannuncia altrettanto pieno di novità. Stiamo già lavorando con PosteMobile alla definizione di nuovi prodotti che saranno destinati a due grandi segmenti di consumatori, young e senior, e che supporteranno il sistema operativo di Google, Android“.

Il tablet Pm1152 Tabula e’ già disponibile in tutti gli uffici postali italiani, attraverso il catalogo PosteShop.


Fonti: Wired.it; Libero.it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Hi-tech e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Tabula, il primo Tablet di PosteMobile

  1. Pingback: Tabula, il primo Tablet di PosteMobile | Notizione.Net

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...